Federazione Coldiretti Abruzzo

Visita il sito Coldiretti Nazionale: www.coldiretti.it

Ricerca nel sito:

Ricerca avanzata

News dal Territorio:

Sottoscrivi il feed delle news

Al via i "voucher" per la digitalizzazione

Con lo scopo di incentivare la digitalizzazione aziendale e incentivare l'adozione di software gestionali calibrati e di adeguati strumenti di hardware, il mise ha pubblicato un bando per la concessione di specifici voucher con uno stanziamento a carico del Bilancio pubblico. Leggi quali aziende possono partecipare e come.

ULTIMI GIORNI PER LA PRESENTAZIONE DEL PAP

Scadono il 31 gennaio i termini per l’elaborazione e l’invio dei Programmi annuali delle produzioni, delle preparazioni e delle importazioni, meglio conosciuti come PAP e PAI, obbligatori per le aziende che operano nel settore Biologico. Le aziende interessate sono pregate di contattare gli uffici di riferimento territoriale facendo attenzione a non attendere gli ultimi giorni.

LA TIPICITà SOTTO AI 5MILA ABITANTI

Il 100% delle tipicità Dop e Igp abruzzesi nasce sul territorio dei 249 piccoli comuni della regione: si va dall’Olio Pretuziano delle Colline Teramane alla Carota dell’Altopiano del Fucino. E’ quanto emerge dall’esclusivo studio Coldiretti/Symbola su “Piccoli comuni e tipicità” presentato dalla Coldiretti a Roma a Palazzo Rospigliosi.

zafferano, raccolto a rischio con calo del 30%

“Sono a rischio l’incolumità delle persone e la sussistenza del patrimonio di biodiversità che caratterizza l’Abruzzo, a partire dal suo prodotto simbolo: lo zafferano”. A lanciare ancora una volta l’allarme contro il proliferare dei cinghiali è Coldiretti Abruzzo che chiede interventi immediati. Basta aspettare. Necessario trovare soluzioni adeguate.

DA OGGI ORIGINE OBBLIGATORIA ANCHE SU LATTE UHT E FORMAGGI

Scatta definitivamente l'obbligo di indicare in etichetta l'origine del latte e dei prodotti lattiero-caseari come burro, formaggi, yogurt per impedire di spacciare come Made in Italy i derivati ottenuti da latte di allevamenti stranieri. Lo rende noto la Coldiretti. Una tutela in più anche per i prodotti abruzzesi tradizionali.

OLIO, SCARSA PRODUZIONE MA OTTIMA QUALITA'

E’ scattata anche in Abruzzo la raccolta delle olive per la campagna 2017 ma, a fronte di un qualità eccellente, le campagne abruzzesi rischiano di perdere il 50 per cento della produzione di olio. Lo dice Coldiretti Abruzzo che traccia una prima stima della raccolta dell’olivo che sta iniziando in questi giorni ma che, a causa delle gelate primaverili e della siccità estiva, sarà caratterizzata da un notevole decremento della produzione.

VINO, IN ABRUZZO ANNATA DI MAGRA MA QUALITà PRESERVATA

Una vendemmia che verrà ricordata per una quantità tra le più scarse del dopoguerra ma una qualità fortunatamente salva. E’ quanto emerge da una indagine di Coldiretti Abruzzo mentre sta per concludersi la raccolta annuale dell’uva caratterizzata da un forte calo di produzione determinato dalla siccità persistente. Risultato: una diminuzione dal 30% al 40% su una produzione media di circa 4.500.000 quintali di uva.

DALL'ABRUZZO GIA' 133 NO AL CETA

Continua anche in Abruzzo la mobilitazione STOPCETA. Coldiretti ha incassato ben 133 NO all'accordo internazionale: oltre alle 4 Province e alla Regione Abruzzo, sono infatti già 128 i Comuni che hanno approvato una delibera contro la ratifica del CETA.

A MILANO IL VILLAGGIO COLDIRETTI

Sarà inaugurato il 29 settembre a Milano il Villaggio degli agricoltori della Coldiretti con migliaia di agricoltori insieme al presidente nazionale Roberto Moncalvo.

GIOVANI UNDER 30 SI CONFRONTANO SUL FUTURO

Un incontro con gli imprenditori under 30 per confrontarsi su problemi e aspettative delle giovane aziende agricole. Si svolgerà domani 20 settembre alle 18.30 nel Parco dei Priori di Fossacesia l’incontro di Coldiretti Giovani Impresa Chieti tra gli imprenditori agricoli provenienti da tutta la provincia per discutere e confrontarsi sul futuro del settore agricolo.

IL MERCATO DI CAMPAGNA AMICA TORNA A VASTO ALTA

Con la fine dell'estate si chiude con un bilancio più che positivo il mercato di Campagna amica di Vasto Marina che – ormai consolidato – ha riscosso anche quest’anno un grande successo con un aumento dei clienti grazie all’offerta dei 15 stand di ogni genere di prodotto agricolo.

UN ABRUZZO MARTORIATO DA SICCITA' E INCENDI, SI CONTANO I DANNI

Ci vorranno almeno 15 anni per ricostruire i boschi andati a fuoco con danni all’ambiente, all’economia, al lavoro e al turismo ed un costo per la collettività stimabile in circa diecimila euro all’ettaro percorso dalle fiamme. Lo stima Coldiretti nel ricordare le gravissime conseguenze provocate dagli incendi al termine di una estate "infernale".

CALDO, IN ABRUZZO FORTE CALO DELLA PRODUZIONE DI LATTE E MIELE

Anche in Abruzzo è stress da caldo per gli animali, con particolare riferimento alle mucche, ai maiali e alle api. Per il latte si stima una diminuzione del 20% della produzione. A rischio anche il miele millefiori, con un calo del 40%. Coldiretti Abruzzo lancia l'allarme.

In Abruzzo cinque storie da oscar

C’è il sale spray all’essenza di rosmarino, le piantagioni di luppolo per una birra rigorosamente abruzzese, il pecorino senza lattosio per i bimbi intolleranti, gli orti in adozione e il vivaio multitech con rose nere, verdi e blu per le cerimonie più chic. E’ una agricoltura del futuro con una forte inclinazione alla “distintività” la protagonista dell'edizione 2017 di Oscar Green. Cinque i vincitori premiati. Under 40.

PASTA, ATTACCO AL MADE IN ITALY

La pubblicità di alcuni pastifici italiani in cui si esalta l’importazione di grano straniero è un attacco all’Italia e al Made in Italy proprio nel momento in cui trecentomila agricoltori di cui oltre 20mila aziende abruzzesi che producono almeno 120 mila tonnellate di grano duro su circa 40mila ettari sono impegnati nella mietitura con un raccolto che quest’anno si preannuncia di una straordinaria qualità. E’ quanto afferma la Coldiretti Abruzzo.

L'ABRUZZO A ROMA PER DIRE NO AL CETA

Anche gli agricoltori abruzzesi alla manifestazione del 5 luglio a Roma per dire #stopCETA. Per Coldiretti è infatti necessario fermare il trattato di libero scambio con il Canada (CETA) che per la prima volta nella storia dell’Unione accorda a livello internazionale esplicitamente il via libera alle imitazioni dei prodotti italiani piu’ tipici che saranno smascherati nell’occasione ma che spalanca anche le porte all’invasione di grano duro e a ingenti quantitativi di carne a dazio zero.

Vi segnaliamo

Area Riservata: